Martynas Levickis e la musica di Astor Piazzolla

Martynas Levickis ha pubblicato recentemente in Germania un album con musiche del compositore Astor Piazzolla Aconcagua / Las Cuatro Estaciones Porteñas, registrato con il suo ensemble da camera Mikroorkéstra e l’Orchestra Sinfonica Nazionale Lituana (direttore artistico e direttore principale Modestas Pitrėnas).
L’album è stato pubblicato dalla famosa compagnia tedesca Accentus Music.

Dopo l’uscita dell’album è stata pubblicata una recensione sul portale Pizzicato di Remy Franck a cui è stata attribuita la massima qualità: 5 stelle.
Inoltre non sono stati risparmiati complimenti alla spontaneità del fisarmonicista e alla capacità di trasmettere un impulso di sensibilità ritmica. “Le parti lente, di solito eseguite nello stile del romanticismo edulcorato acquistano vera profondità in questa registrazione ed esprimono un rapporto molto stretto tra Piazzolla e il solista”, si legge nella recensione.

“Quel romanticismo – caldo, sensuale, tipico di altri compositori – da Tchaikovsky a Clayderman – non è necessario per Piazzolla, che è abbastanza acuto, ascetico, le sue opere sono scritte semplicemente, anche forse in minima parte. Di conseguenza, gli artisti di musica classica spesso trattano Piazzolla come non meritevole di troppo lavoro.
Il mio compito non è romanticizzarlo troppo, ma cercare l’autenticità”, ha affermato Levickis. Mi piace la poesia urbana di Piazzolla, recitativa. Per le mie orecchie è come l’hip-hop, sia musicalmente che per il tema scelto: tante canzoni sulla vita di città, innamoramenti, tristezza, milonghe, Buenos Aires, prostitute. Nella musica di Piazzolla, il fumo del bar c’è sempre da qualche parte. Questo la rende molto reale”.

Quest’anno il mondo della musica classica celebra il centenario del compositore Astor Piazzolla. Nato in Argentina, cresciuto a New York e laureato a Parigi, il tango gli ha sempre battuto nel cuore.
Fu lui a fare in modo che il tango, che ebbe origine nella musica popolare e si incontrava nelle strade, nei bar, un giorno trovasse un ascoltatore accademico e si trasferisse nelle più grandi sale da concerto.

Highlights from Martynas Levickis Tango project performed live in Vilnius

“Le opere di Piazzolla sono abbastanza fisiche: incoraggiano il movimento perché la musica stessa deriva dalla danza. Ma allo stesso tempo parla sempre di relazioni umane e stato mentale. Se riesci a vedere e combinare elementi sia fisici che spirituali, non è difficile eseguire la musica di Piazzolla “, ha affermato il direttore M. Pitrėnas. Martynas ammira le opere di A. Piazzola, che trasmettono libertà e desiderio, solitudine, dolore e trasformazione umana.

Per immortalare il lavoro del Maestro nel disco Martynas, insieme al suo ensemble da camera “Mikroorkéstra”, ha registrato il ciclo di A. Piazzolla “Quattro stagioni a Buenos Aires” nello studio del Centro Culturale Nazionale Lituano. E in seguito, insieme all’Orchestra Sinfonica Nazionale Lituana, diretta da Modesto Pitrėnas, ha registrato il Concerto per fisarmonica, orchestra da camera e percussioni di A. Piazzolla “Aconcagua” presso la Filarmonica Nazionale.
Le registrazioni sono state in parte finanziate dal comune di Vilnius e il disco è stato registrato dai direttori del suono della società Baltic Mobile Recordings, dai nominati ai Grammy Aleksandra e Vilius Kerai.

Il team di eccellenza, formato dal vincitore dell’Emmy Paulo Smaczny, lavora con molti artisti rinomati, tra cui Claudio Abbado, Placido Domingo, Gidon Kremer, Mischa Maisky, Zhu Xiao-Mei, oltre a Vienna, Berlino, New York Philharmonic Orchestra e molti altri.

Martynas Levickis plays Astor Piazzolla’s Libertango with the Seoripul Symphony Orchestra conducted by Je Hi Park

Le opere hanno attirato l’interesse della società audiovisiva tedesca Accentus Music, uno dei leader nel mondo della musica classica che nel giugno scorso ha pubblicato un album lituano dedicato al lavoro di Piazzola, che è apparso non solo in CD ma anche in formato LP, ed è anche disponibile su tutte le piattaforme di musica digitale. Questo è il secondo vinile di Martynas uscito quest’anno.

Aleksandra e Vilius Kerai definiscono estremamente interessante e significativa la collaborazione con Martynas: “È un interprete che non accetta compromessi, cerca soluzioni, nuove sottigliezze musicali e dona un tocco e un fascino unici a qualsiasi performance. Ascoltando la musica registrata da Martynas, si può immediatamente riconoscere il disegno, che mostra la sua unicità. Questo programma ha ricevuto un’attenzione particolare da Accentus Music, una delle migliori case editrici internazionali, ed è un grande onore e allo stesso tempo una responsabilità”.

“Sono contento che Accentus Music, la Filarmonica Nazionale Lituana, Vilius e Aleksandra Kerai la società di gestione Rudolph Goette in Germania mi ha permesso di raggiungere risultati concreti. È estremamente importante che questo album sia stato pubblicato e sia stato realizzato da una società prestigiosa. Apprezzo molto questo risultato che è una sorta di punto dopo il quale inizierà una nuova fase “, ha affermato M. Levickis.

“Penso che questa pubblicazione renderà ancora più famosa la nuova direzione che Martynas promuove in Lituania e nel mondo, un repertorio di fisarmonica professionale, estremamente magistrale e di alta qualità. Contribuisce a tenere alto il nome della Lituania nel mondo e sono felice di vedere l’instancabile scalata di Martynas sulla vetta più alta dell’arte musicale: l’Akoncagua dei suoi sogni “, afferma Rūta Prusevičienė, direttore generale della Filarmonica nazionale lituana.

Il 23 giugno scorso Martynas ha ricevuto una standing ovation in una delle sale più importanti della sua carriera, l’Hamburg Elbe Philharmonic, dove ha tenuto due concerti con la Stuttgart Chamber Orchestra e la violinista Arabella Steinbacher. Il programma è stato dedicato al centenario di Astor Piazzolla. Inoltre, a Martynas è stata data l’opportunità di eseguire lavori da solista, composizioni di Richard Galliano.

“Durante le prove e i concerti, l’orchestra, che è abbastanza giovane e agile, mi ha fatto sentire molto presto come se non stessi lavorando solo sulle note: sentono con il cuore e le orecchie tutto ciò che sta succedendo qui e ora. Per questo, siamo stati in grado di eseguire al meglio i nostri pezzi sul palco. Nella musica, apprezzo la certezza e la sorpresa del momento. Alla Filarmonica dell’Elba di Amburgo, l’ho sperimentato” ha affermato Martynas.

Inoltre ha dichiarato: “Sono stato molto contento del feedback che ho ricevuto dopo entrambi i concerti. Anche i dirigenti della società di gestione tedesca che mi rappresentava sono rimasti colpiti. Hanno afermato che molte idee sono emerse dopo questi concerti “.
Il numero di spettatori all’Elbe Philharmonic è ancora limitato: il programma poteva essere visto solo da 500-700 persone. Ma Martynas ha sentito un forte sostegno fin da quando è apparso sul palco, prima ancora d’iniziare a suonare, e l’accoglienza è stata ottima.

(Notizie e foto dal web)

(2/3 continua…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...